CATTIVO COSTUME

compagnia musicale performativa itinerante

Archive for the category “ettore zanca”

Chistu Sud il video

image

Dal 7 settembre è on line il video di “Chistu Sud” la canzone nata dall’incontro con Ettore Zanca, scrittore giornalista e blogger palermitano.
Buona visione.

” Il testo nasce dall’esigenza di gridare il proprio dolore. Per il sud del mondo e della nostra terra stuprato e degradato. Vittima di illegalità e prevaricazione. Il testo prova a comprendere tutto. Dal meridione italiano fino al dramma di chi muore di fame guerra e ignoranza. Un grido di rabbia e di voglia di risvegliarsi” Ettore Zanca.

Un grido che i cattivo costume sentono proprio e ne hanno fatto una canzone. Tutto si è compiuto seguendo l’onda emozionale di questo incontro, che ha generato un vento che Marco ha seguito componendo una musica dopo aver letto le prime strofe, senza nemmeno arrivare alla fine. Perché con Ettore si è incontrato e riconosciuto, nell’attimo e nella lotta e questo bastava già.
Dopo qualche giorno è arrivata la melodia per le parole e Roberta ha creato un canto.

Mentre registravamo avevamo dentro una visione, quella delle anime che hanno sofferto malattie e soprusi, quella della terra svenduta dai politici alle multinazionali del petrolio, allo smaltimento di rifiuti tossici e radioattivi. Pensavamo alla connivenza trasversale delle parti che consentono che questo accada e all’indifferenza della massa che nemmeno si rende conto delle conseguenze di tutto ciò e lascia fare…
Da qui la chiusa “liev stì mman ra terra mia”.

Poi e’ arrivata Giustina Gambardella, sensibile e ottima percussionista che ha dipinto con noi una cavalcata dal sapore desertico di darbouka e una esplosione di tamburello.
Per noi era importante che il tamburello, alla quale idealmente abbiamo dato il ruolo di voce degli strumenti che caratterizzano il sud Italia, dovesse vincere, alla fine, sugli altri suoni. Abbiamo tenuto tutti i primi take, buona la prima, per seguire e non snaturare quell’onda emozionale, quel vento di cui parlavamo prima.
Il tutto registrato in una piccola stanza con i nostri piccoli mezzi. Una canzone semplice, voci chitarra e percussioni, senza nessun copia incolla o marchingegno di postproduzione…si cercava la verità dell’emozione.

Cosi e’ stato anche per il video.
Girato al Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano grazie all’incontro con Vincenzo Borrelli attore, autore, regista e direttore artistico del teatro. Un attore che non possiamo far altro che definire un gigante, per esperienza, sensibilità e per la performance che ci ha regalato. E Cristina Ammendola bravissima attrice anche lei dello staff del Centro Teatro Spazio, luogo in cui, tra l’altro ha mosso i primi passi Massimo Troisi e che Vincenzo Borrelli gestisce e tiene in vita egregiamente da oltre vent’anni.
Un punto di riferimento per le nostre zone che combatte la siccità culturale offrendo stagioni teatrali di contenuto e di livello e corsi di formazione per bambini, ragazzi e adulti.

L’idea era quella di rappresentate madre terra fertile, gravida del grano che ci assicura la sopravvivenza per il domani, ma anche seme di consapevolezza per le genti. L’idea era quella di rappresentare il concetto di usurpazione che insidia la terra e la lotta per la sensibilizzazione delle coscienze che si può fare con la corretta informazione, con la cultura e con l’arte. Solo questo abbiamo comunicato a Vincenzo e Cristina, il resto, hanno fatto tutto loro, con la stessa filosofia, del buona la prima, usata per l’aspetto audio.

Poi Linda Smeraldi, ballerina e insegnante di danza. Linda è di Venezia ed è la compagna di Ettore, anche lei ha seguito quel vento e si e’ lasciata andare ad un ballo che ha chiuso il cerchio degli elementi alchemici che volevamo in questo lavoro.

Marco e Roberta, esecutori materiali della produzione ringraziano tutte le persone che hanno reso possibile il concretizzarsi di questa piccola opera.
Ringraziamo di cuore tutte le persone che la stanno condividendo sui social network e che ci aiutano a farla girare.
Cattivo Costume si definisce una banda itinerante, incontrare anime sul cammino, entrare in risonanza e creare l’attimo d’arte che diventa il mezzo sulla quale viaggiano emozione e concetto.

I credits
prodotto da CATTIVO COSTUME
ideato, filmato e montato da Marco Milone.
si ringrazia il Centro Teatro Spazio
ufficio stampa – Ettore Zanca (ettore.zanca@gmail.com)
attori: Vincenzo Borrelli e Cristina Ammendola; danza – Linda Smeraldi; con la partecipazione di: Ettore Zanca, Marco Milone, Roberta Ida Izzo, Giustina Gambardella.
Chistu Sud
testo – Ettore Zanca
adattamento e chiusa – Marco Milone
musica: Cattivo Costume
Marco Milone – voce e chitarra
Roberta Ida Izzo – canti
con la partecipazione di Giustina Gambardella – percussioni
registrato e mixato in home studio da CATTIVO COSTUME@2015
rilasciato su licenza creative commons
è possibile la riproduzione citando gli autori.
no opere derivate. no scopo commerciale.

Ettore Zanca blog
http://beneficiodinventario.blogspot.it/
Cattivo Costume
https://cattivocostume.wordpress.com/
https://it-it.facebook.com/pages/Cattivo-Costume/124861274249491
Centro Teatro Spazio
http://www.centroteatrospazio.net/

Ringraziamenti video Chistu Sud

Tra pochi giorni sarà on line il video di chistu sud, la canzone in collaborazione con Ettore Zanca

image

Come produzione vogliamo ringraziare di cuore tutte le persone che hanno reso possibile questo passo.
Ettore Zanca, scrittore, giornalista e blogger. E’ stato la miccia che ha scatenato gli eventi, mandandoci un testo di cui abbiamo curato l’adattamento e aggiungendo una chiusa alla cattivo costume. Ettore ha a cuore le sorti e le problematiche delle nostre terre e insieme, con questa canzone speriamo di contribuire alla sensibilizzazione delle persone su questi temi.

image

Vincenzo Borrelli, attore, regista, autore e direttore artistico del Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano. Lavorare con lui è respirare l’aria dei grandi. Grande professionista, grande spessore, un importante risorsa artistica e culturale dei nostri territori. Ne siamo onorati.

image

Cristina Ammendola, giovane e bravissima attrice ha dato incanto a questo video interpretando il ruolo della Madre Terra.

image

Linda Smeraldi, danzatrice e insegnante di danza, si è esibita in una danza tribale. La ringraziamo di cuore per la sua professionalità.

image

Giustina Gambardella, sublime anima percussiva di questa canzone. Davvero bello lavorare con lei. Tutta sostanza.

image

Roberta Ida Izzo, incantevole e potente voce che caratterizza Cattivo Costume dal 2011. La sua impronta è presente in ogni aspetto della produzione.

image

Ed infine io, Marco Milone, che ringrazio tutti per la fiducia riposta in me, per l’aiuto e il supporto.

image

Un grazie speciale al Centro Teatro Spazio  per il supporto e la disponibilità.
A giorni il video
Sentiteci!

Mel Vizzi

Cantastorie, cuntastorie… Una parola che mi gira dentro già dalla’adolescenza pur non conoscendone il significato. Era il 2013 ed ero in tour con il dedalo festival, eravamo a Caltabellotta e dovevamo andare a Licata per il gemellaggio con il Variazioni Festival quando arriva la telefonata di Gino Pira ad Ezio Noto e gli chiede se volevo fare una collaborazione con Mel Vizzi il Cuntastorie di Licata.
image

La mia risposta fu un si senza indugi. A quei tempi stavano uscendo le musiche di quello che poi sarebbe stato “Terra Dimenticata”, decisi di sperimentarle e proporle a Mel. Lo ricordo bene quell’incontro. Arrivammo a Licata e c’era la conferenza stampa all’american bar di li a poco avremmo dovuto esibirci. Mi presentano Mel era in compagnia della figlia, ci sedemmo ad un tavolino un po’ in disparte dalla confusione e davanti ad un caffe’ provammo per qualche minuto. Ci fu subito sintonia, ero emozionato dall’incontro con quest’arte antica dal forte potere comunicativo ed evocativo. Ci esibimmo, con noi il mitico Nanni Cicatello alle percussioni, ando’.
image

Era presente tra gli altri un grande maestro puparo che mi disse in siciliano: si guaglio’ si bravo, ma devi lasciare piu’ pause durante i cunti. Con Mel subito nacque una stima reciproca e il giorno dopo collaborammo ancora insieme ad un altro concerto fuori all’osteria 23, organizzato da Cristina Marchione.
image

Tornato a Napoli cominciai una ricerca sui cantastorie del sud italia che dura tutt’oggi.
Ci sono uomini che se sfiorano la tua vita lasciano un segno indelebile. Mel Vizzi e’ uno di questi. Quest’anno, a Licata ha aperto un luogo si chiama “la putìa del cuntastorie” dove oltre ad essere esposti cartelloni dei cunti e oggetti della tradizione siciliana, Mel si esibisce e incontra altri artisti di svariate discipline, conservando, sperimentando e innovando quest’arte. Quella del cuntastorie. Mel inoltre scrive e dipinge. Mi sono sempre sentito in dovere, nel mio umile piccolo, di diffondere la bellezza che incontro durante il mio cammino. Lo faccio anche quando la vita ci allontana e ci fa prendere strade diverse, perché non dimentico mai il bene che mi è stato fatto. Perche’ sento che l’attimo e’ eterno e prescinde dalle miserie della condizione umana. Perché credo nell’arte intesa come messaggio, evolutivo e curativo per chi la emette e per chi la riceve. Per questo motivo vi invito a seguire i passi di Mel Vizzi, il cuntastorie licatese, sulla sua pagina ufficiale.
https://m.facebook.com/profile.php?id=212950435495844
image

voglio ringraziarlo e tributargli la sua importanza ispirativa a quello che sarà il prossimo spettacolo dei cattivo costume “‘O cunto e ambasciata”. Sono onorato della stima reciproca. Tutto il bene dell’universo Mel.

Ettore Zanca

Annunciaziò
Ettore Zanca curerà l’ufficio stampa dei Cattivo Costume. Siamo onorati e lo ringraziamo di cuore.
image

Palermo classe ’71. Laureato in giurisprudenza, scrittore, blogger, giornalista online.
Chi è Ettore e che fa viene ben descritto in questo articolo che vi invitiamo a leggere.
https://patriziaangelozzi.wordpress.com/con-me-ettore-zanca/
Per noi è un fratello d’anima ci hanno fatto incontrare musica e scrittura. Ci siamo riconosciuti, per sensibilità, per le cause per cui lottiamo. Abbiamo letto alcuni dei suoi racconti che ci hanno fortemente emozionato.
Ettore con la parola ha un rapporto alchemico che riesce a smuovere corde profonde. Ha il dono di riuscire a farti ridere, commuovere e farti riflettere…
e poi mi chiama fratello sudicio (del sud) e sta cosa mi piace e mi ricorda i nostri esordi punk

Vi invitiamo a leggere il suo blog
http://beneficiodinventario.blogspot.it/?m=1

image

“tempo fa dissi che io scrivevo per mutilazione, non so comporre canzoni e le mie creature sono racconti. Che sento miei come canzoni. ” Ettore Zanca

image

…la canzone è nata, comincia a parlarvene lui in quest’articolo.

http://gabbianonews.tv/edizione/nazionale/articolo/i-cattivo-costume-con-la-musica-si-denuncia-il-degrado

Noi siamo davvero felici che alla carovana di cattivo costume si sia aggiunto un essere umano così…
Ai prossimi passi
Sentite con noi.

Post Navigation