porto con me…

mancano pochi giorni al Dedalo Festival… quest anno nello spettacolo in bilico avevo chiesto a tutti i componenti dei cattivo costume di fare un passo avanti…mettersi alla prova…fare qualcosa che non si era mai fatto prima, per paura, indecisione… per quanto mi riguarda quello che non avevo mai fatto era suonare da solo voce e chitarra. Quindi in quello spettacolo, articolato e strutturato con performer, narratori, poesie, strumenti d’ogni tipo… preparai un momento, dove tutto si spegneva e da solo cantavo una delle prime mie canzoni, davanti al palco , faccia a faccia col pubblico…

Salvatore Mattiello, regista di ichòs zoe teatro, mentre seguiva le prove ebbe l’idea, a metà canzone di farmi riincontrare con gli altri…sempre ad elettricità spenta…

per me non esiste differenza tra vita e arte… e ora mi sembra chiaro che io chiuda quest’anno importante, con questa tappa del Dedalo Festival, da solo… con me suonerà Patrizia ferrarini , che è un anima che ho incontrato dopo il varco, con il quale si è creata subito una sinergia, una sincronicità stupefacente… quest immagine di Fabio D’Angelo sintetizza perfettamente ciò che intendo…

al dedalo farò i pezzi dell’ultimo ep di cattivo costume, di prossima uscita… “livello 0 a piedi nudi sulla terra”…

dedalo dicembre2012 okcopia

le persone che abbiamo incrociato lungo il cammino restano in noi , a vario titolo, in maniera indelebile…

porto con me:

rossella sabatini, loredana romero, valerio varlese, boris, fernando morello, isa, stefania, daniele, michele,daniela esposito, roberta izzo, rosalia cuciniello, maria, deana, ichos zoe teatro, salvatore mattiello, gino protano, elvira, peppe zinno, ciro di matteo, angela zinno, claudio gabola, valentina  gaglione e fuzz, mariella soldo, margherita sagnibene, il maestro umberto verdirosi, CUBA, maria rosaria gallo, paolino, costantino, Rene’ Miri, tutti quelli che hanno suonato e collaborato a questo viaggio di cattivo costume e tutte le anime che ho incontrato in questi anni… aprirò il concerto con alcuni versi di Martina Campi…

“Per quanto possa sembrare
strano, abbiamo da imparare
che il tempo non esiste

è solo il dentro,
che si espande” Martina Campi

mcc

grazie al maestro Ezio Noto…faro di questo passaggio…

  marco

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s